Una Domanda al Giorno

  • L'ispirazione per la collezione Una domanda al giorno (Una pregunta cada dia) prende spunto dal libro delle domande di Pablo Neruda.
  • Molina è riuscito a creare una surreale collezione di 30 disegni a matita grassa, tutti accompagnati da una domanda spontanea che funge da titolo dell'opera stessa.

"Che cos'è l’ uomo se non l’animale che fa domande e che continuerà a farle al di là di qualunque immaginabile risposta?"


QUANTE NOTE PUO' INGHIOTTIRE UN TROMBETTISTA MUTO?


NON SARANNO I NOSTRI NEMICI COME MULINI A VENTO DI CRISTALLO RITORTO?


PERCHE' I SORRISI NON SONO IL FONDAMENTO GIURIDICO DELLA FELICITA'?


COSA PENSA UNA MOSCA DI UN POLITICO SENZA BANDIERA?


CAINO SERVI' QUALCHE BANDIERA?


PUOI RACCONTARE LA STESSA STORIA A UN BAMBINO FINCHE' NON DIVENTA GRANDE?


PERCHE' I DENTI NON SONO MORBIDI? PERCHE' NON DANNO BACI? 


QUANTO TEMPO CI METTE UN DIO A NASCERE?


VEDESTE MAI QUESTA DOLCE CREATURA NELL'OSCURITA' DELLE ORE PIU' BUIE? 


PERCHE' A VOLTE PICCOLE GOCCE DI PAURA ROTOLANO SULLA PELLE SENZA UN NOME O UNA DIREZIONE?


QUANDO FINIRANNO LE PAROLE, COSA SCRIVERANNO I GIORNALI?


I SEGNALI STRADALI SARANNO GLI STESSI QUANDO LE MACCHINE SARANNO MORTE?


GLI ELEFANTI SENTIRANNO LA MANCANZA DI DOCCE NEL DESERTO DEI CORALLI MORTI?


QUANTE MORTI DOVRA' SOPPORTARE UN CUORE LIBERO PRIMA DI DIVENTARE CINICO?


E CHI VIVE LE NOSTRE VITE MENTRE CI ARRABBIAMO?


NON CI ARRENDEREMO MAI, MAI. MA QUANDO ABBIANO INIZIATO A PERDERE I DENTI?


RIUSCIRAI MAI A TROVARE IL MESSAGGIO IN BOTTIGLIA NEL MARE DEL MIO AMORE?


A CHE TEMPERATURA BRUCIA LA CREATIVITA' INCOMPRESA?


ANCHE GLI UCCELLI HANNO SCELTO LE PROPRIE EROINE DELL'INFANZIA?


PERCHE' I GAS PIU' IGNOBILI SONO INVITATI AI PARTY PIU' ESCLUSIVI?


PERCHE' I RE SBAGLIANO SEMPRE L'ORA DELLA BATTAGLIA?


PERCHE' GLI UOMINI ESPELLONO E LE DONNE RICEVONO?


QUALE VALORE MINIMO SI PUO' ESIGERE DA UN CONTE PRIMA DELLA BATTAGLIA? 


SIAMO SOLI NELLA GALASSIA?

Una Domanda al Giorno – L’Ispirazione e il Progetto

Per la collezione Una Domanda al Giorno (Una Pregunta Cada Dia), Molina ha preso ispirazione dall’omonimo e celebre libro di Pablo Neruda.

Durante la lettura, Molina ha affermato di essersi reso conto che le domande di Neruda evocavano delle immagini, ancor prima di poterle cogliere come spunti letterali.

Ecco quindi che l’artista ha sentito l’esigenza di creare un vero e proprio diario visivo.

Il progetto è stato portato avanti da Molina creando un’opera unica al giorno, per trenta giorni, disegnando un argomento e associando ad esso una domanda.

Le domande di Molina riflettono i personaggi visionari e surreali, protagonisti delle sue opere.

Molina si è svestito dei suoi panni da adulto, imparando a giocare come un bambino.

La spontaneità delle sue domande ha trasportato l’artista in un limbo tra intuizione e pura immaginazione.

Tra disciplina e libertà – la realizzazione del progetto

La realizzazione di questo progetto è riuscita perché Molina ha perseverato nel suo intento di completare un disegno al giorno realizzando 30 opere in 30 giorni.

Per fare ciò l’artista spagnolo si alzava ogni giorno alle 5 della mattina e iniziava a disegnare.

Al termine della giornata, ispirato dal lavoro eseguito e dai pensieri scaturiti da esso, Molina si poneva una domanda, che dava poi il titolo all’opera stessa.

Le domande serie ma ingenue, ragionate ma spensierate sono molto particolari e permettono di riflettere sul senso della vita e dell’universo.

L’impegno di José Molina è stato un esercizio di libertà e disciplina allo stesso tempo, che ha permesso un’esplosione di creatività.

Da una parte abbiamo quindi l’inflessibilità dei suoi ritmi di creazione e dall’altra la fantasia nel porsi le domande: l’unione di questi è la chiara manifestazione del genio di Molina.