Manuela Manes

Dallo stile unico e personale, Manuela Manes racconta il proprio io e le proprie emozioni sperimentando tecniche e materiali nuovi. Le sue tele uniscono magistralmente olio, acrilico, sabbie, carte, smalti e materiali di recupero, donando carattere materico alle sue opere.

  • FOURseason, ONElove: opere in cui, tramite la rappresentazione astratta delle quattro stagioni, l’artista si interroga sul concetto d’amore.
  • Sfocature: opere che riprendono la filosofia greca dei quattro elementi e li raffigurano interrogando in maniera diretta lo spettatore.
  • Contaminazioni: una serie omaggio ai grandi maestri dell’arte. Ciascun’opera è dedicata a uno di essi.
  • Contrasti: opere che contrappongono colori forti trovando nel contrasto l’equilibrio della composizione.
  • Scomposizioni Sensoriali: opere in cui l’artista assegna un colore e una forma alle sensazioni esprimendo impressioni pure.
  • Suggestioni Mediterranee: le tele dedicate alle più belle isole del mar Mediterraneo. L’artista traduce così luoghi realmente esistenti in un linguaggio astratto.
  • Itinerari: opere dai colori intensi e accesi dedicate al tema del viaggio.
  • Zibaldone: una serie ispirata al celebre Zibaldone del poeta Giacomo Leopardi. Le opere esprimono pensieri e sensazioni nel pieno della loro spontaneità.

Se desideri conoscere la biografia dell'artista, le sue opere più celebri e le quotazioni aggiornate, Clicca qui.

Imposta la direzione decrescente
per pagina

37 elementi

Imposta la direzione decrescente
per pagina

37 elementi

Manuela Manes: Biografia dell’Artista

Manuela Manes

Manuela Manes è un’artista italiana nata in provincia di Pordenone che vive e lavora a Milano.

Dopo la laurea in giurisprudenza e un Master in Relazioni Pubbliche, è diventata giornalista pubblicista e, oltre a dipingere, lavora da anni nel settore della comunicazione.

Nel corso della sua carriera artistica ha frequentato diversi corsi di pittura a olio e composizione creativa lavorando negli atelier di artisti affermati.

In questo modo Manuela Manes ha potuto elaborare uno stile unico e personalissimo che pone la sua soggettività alla base di ogni opera. Il suo approccio e il suo lavoro di sperimentazione nel campo dell’arte raccontano infatti un percorso interiore che indaga ed esplora ogni sfumatura dell’anima dell’artista.

Tutta la sua produzione è intrisa della memoria dei luoghi e degli incontri che ha vissuto ed è in divenire perpetuo.

Percorso Espositivo e Tematiche

Manuela Manes ha esposto le sue opere in numerose mostre collettive e personali a Milano e non solo.

Tra queste ricordiamo, presso la galleria d’arte contemporanea Deodato Arte, “LIBEROMARE. Fantasia con radici nel Mediterraneo” del 2011 e “Pelagos, immagini marine per la memoria” del 2012, doppie personali di Manuela Manes e dell’artista Simone Perotti, entrambe dedicate al tema del Mediterraneo come mare comune, luogo di incontro, ma anche di diversità.

Nel maggio 2016 presenta, sempre alla galleria Deodato Arte, la mostra “Impronte”, poi esposta nell’ottobre dello stesso anno anche alla galleria Legart di Novara, mentre nel 2020 è protagonista da Deodato Arte della personale “Manuela Manes. Storie di incantesimi e connessioni”.

Manuela Manes: Opere e Stile

La maggior parte delle opere di Manuela Manes sono dipinti astratti e concettuali in cui l’artista esprime le proprie emozioni e il proprio io.

Lo stile di Manuela Manes è unico e particolarissimo. Realizza principalmente opere su tela, spesso di grandi dimensioni, su cui ama sperimentare con tecniche e materiali nuovi unendo olio, acrilico, sabbie, carte, smalti, resine, cemento, gesso, juta e materiali di recupero.

L’utilizzo di materiali diversi rende le sue opere profondamente materiche e concrete, riuscendo così a superare i limiti imposti dalla tela.

La composizione di forme e linee dona ritmo ed equilibrio alle opere, mentre il colore le carica di energia e diventa il mezzo attraverso cui l’artista esprime emozioni e racconta storie.

Il suo percorso artistico è influenzato dal retaggio dei grandi maestri, dall’approccio espressionista di Jackson Pollock e Mark Rothko al vigore materico delle opere di Burri, dall'armonia cromatica degli Impressionisti all'eclettica genialità di Picasso, fino alla poetica senza frontiere di Joan Mirò.

Manuela Manes lavora anche su sculture, utilizzando materiale di riciclo, spesso trovato sulle spiagge.

Tutte le opere di Manuela Manes sono pezzi unici firmati in originale dall’artista.

La Mostra di Manuela Manes “Storie di Incantesimi e Connessioni”

Nel marzo 2020 Manuela Manes è protagonista della sua ultima personale alla galleria Deodato Arte dal titolo “Manuela Manes. Storie di incantesimi e connessioni”.

L’artista ha incentrato la mostra sulle relazioni e sulle connessioni, mettendo momentaneamente da parte il carattere introspettivo delle serie precedenti. Manuela Manes cerca così il dialogo con il pubblico, a cui vuole porre delle domande, chiedendo allo spettatore di cercare le sue risposte.

Le opere sono materiche e i colori accessi, cercando l’armonia attraverso contrasti cromatici decisi. Il tono, caratterizzato da chiaroscuri, è positivo, vivace, scanzonato e a tratti leggero.

Per l’occasione l’artista ha presentato quattro nuove serie, ognuna caratterizzata da un tempo e uno stile musicale.

Ouverture - Contaminazioni è la prima serie, composta da opere che scaturiscono dall’ispirazione, ciascuna dedicata a un grande maestro dell’arte.

La seconda è Intermezzo Pop - Sfocature (4 elementi) in cui Manuela Manes rappresenta i quattro elementi cercando di mettere in relazione le proprie emozioni con quelle dello spettatore.

Jam session - Contrasti, terza serie, racconta gli incontri tra opposti mettendo in contrasto colori accesi e forti.

Infine Rock Ballad - FOURseasons, ONElove, quarta serie, rappresenta le quattro stagioni interrogando lo spettatore sul concetto di amore e su quale significato abbia per lui.

Ognuna di esse è disponibile nella selezione di opere di Manuela Manes da Deodato Arte.

La Serie: “Scomposizioni Sensoriali”

Scomposizioni Sensoriali è il nome di una serie di opere di Manuela Manes esposta alla mostra “Pelagos”, realizzata presso la galleria Deodato Arte nel 2012 e dedicata al tema dei migranti che attraversano il Mediterraneo per sfuggire alla miseria e alla guerra.

In questa serie di opere l’artista cerca di assegnare un colore e una forma alle sensazioni. In un gioco di scomposizioni sensoriali riesce a trasmettere impressioni pure, comunicando direttamente con la sfera emotiva dello spettatore, senza la mediazione dell’intelletto.

Si avvicina, così, alla musica e le sue tele aspirano ad essere vere e proprie melodie.

La Serie: “Suggestioni Mediterranee”

La passione per il mare e in particolare per la bellezza del Mediterraneo è un tema ricorrente nell’arte di Manuela Manes.

Nella serie Suggestioni Mediterranee l’artista realizza splendide tele astratte che riportano ciascuna il nome di una delle più belle isole del Mediterraneo. Utilizzando linee, forme e colori dà vita a superfici materiche che traducono in un linguaggio astratto luoghi realmente esistenti.