Pablo Picasso

Imposta la direzione decrescente
per pagina

40 elementi

Imposta la direzione decrescente
per pagina

40 elementi

Pablo Picasso - biografia dell’artista

Pablo Picasso (nome completo Pablo Diego José Francisco de Paula Juan Nepomuceno María de los Remedios Cipriano de la Santísima Trinidad Martyr Patricio Clito Ruíz y Picasso) nasce a Malaga nel 1881 e sarà uno dei grandi protagonisti della scena artistica del XX secolo. Le sue opere, in continuo rinnovamento a seguito di eventi biografici e sperimentazioni dell’artista, hanno dato un forte stimolo alla rivoluzione dei principi estetici e formali dell’arte, influenzando profondamente le successive generazioni di artisti.

La carriera di Pablo Picasso, artista dal grande talento, comincia in giovane età e sotto la formazione accademica del padre. Picasso, ritenuto già un bambino prodigio, manifesterà il suo talento precoce realizzando alcuni ritratti a parenti ed amici.

Pablo Picasso: opere e stile

Le opere di Pablo Picasso influenzeranno con il loro stile tutto il Novecento e l’artista rappresenterà una delle figure cardine su cui si baserà lo sviluppo artistico di quegli anni. In Pablo Picasso, opere e arte hanno rappresentato una svolta di arricchimento culturale del periodo, mettendosi a cavallo tra la fine delle tradizioni ottocentesche e anteponendosi all’arte Contemporanea.

Lo stile pittorico di Picasso è caratterizzato da un continuo studio e sperimentazione dei principali stili di pittura contemporanea. Il suo stile, infatti, non resterà mai lo stesso durante tutta la sua carriera, segnato anche dai numerosi impulsi emotivi che hanno caratterizzato la vita di Pablo Picasso.

Nelle varie fasi del suo stile, Picasso ha sempre voluto raccontare nei minimi dettagli le sfumature delle vicende più intime e profonde della sua vita.

Questo costante mutamento è un segno evidente della genialità dell’artista spagnolo.

Pablo Picasso - periodo blu

Il periodo blu di Picasso è caratterizzato dalla tristezza e dalla malinconia causate dal suicidio dell’amico Carlos Casagemas, con il quale Picasso aveva condiviso viaggi e anni di vita bohémienne.

Figure allungate e uso del colore con prevalenza delle tinte del blu sono tratti caratteristici del periodo blu: Picasso condensa questo periodo di tristezza in un'arte che rispecchia le sue emozioni.

I soggetti e le tematiche del periodo blu sono orientati ad esplorare la condizione di miseria e di solitudine dell’essere umano nella contemporaneità. Personaggi come poveri, mendicanti e personalità del circo dagli sguardi tristi e malinconici saranno protagonisti dei lavori di Picasso.

I quadri di Picasso periodo blu saranno tutti accumunati da un senso di tristezza e solitudine.

Pablo Picasso - periodo rosa

Per il periodo rosa, Picasso si trova a vivere stabilmente a Parigi, dove si innamora di Fernande Olivier, modella e scrittrice francese.

La serenità, determinata dal nuovo amore e dai nuovi incontri, pone nell’artista una nuova condizione esistenziale che lo porterà ad abbandonare le tonalità cupe del periodo blu, iniziando ad esplorare varie tonalità cromatiche del rosa.

Nel periodo rosa, Picasso volge la sua attenzione ai personaggi del circo come arlecchini, saltimbanchi e giocolieri. L’atmosfera idilliaca e il colore rosa in tutte le sue sfumature daranno vita ad un periodo di fanciullesca ingenuità.

Picasso e il Cubismo

Il Cubismo di Picasso, così come tutte le avanguardie, si pone in una dimensione antipositiva, in quanto vuole oltrepassare il dato visibile per esplorare altre possibilità di rappresentazione.

Pioniere della corrente artistica insieme a Georges Braque, Picasso sviluppa lo stile iconico dopo aver assistito a delle mostre di sculture iberiche e di arte africana.

In Picasso, Cubismo e arte d’avanguardia volgeranno verso una moltiplicazione dei punti di vista che scomporrà l’immagine nello spazio rendendola presente simultaneamente sulla superficie del dipinto.

Il periodo stilistico del Cubismo di Picasso è suddiviso a sua volta in due periodi: cubismo analitico e sintetico.

Il primo, il cubismo analitico, è caratterizzato da una marcata scomposizione della forma per cui, in uno stesso spazio e nello stesso tempo l’oggetto è percepito come se venisse colto contemporaneamente da più angolazioni. Il risultato che si ottiene rasenta l’astrazione, senza mai distaccarsi dalla realtà e dalla natura dell’oggetto rappresentato.

Il cubismo sintetico, invece, si sviluppa con una rinnovata attenzione verso il colore. Lo stile risulta essere più sensibile rispetto al cubismo analitico e con immagini più dirette, chiare e comprensibili grazie all’utilizzo del collage e al recupero di frammenti di realtà fusi insieme in un’unica immagine.

Picasso - Les Demoiselles d’Avignon

L’opera di Picasso, Les Demoiselles d’Avignon, il cui titolo originario era “Bordel d’Avignon”, è una delle opere più rivoluzionarie e controverse dell’intero percorso artistico del pittore spagnolo, realizzata a partire dalla primavera del 1907.

L’opera di Pablo Picasso raffigura cinque corpi femminili dalle forme taglienti e spigolose. “Les Damoiselles” hanno tutte lo sguardo rivolto verso lo spettatore, in modo che la prospettiva tradizionale, ovvero quella con un unico punto di vista, sia completamente alterata. L’opera è stata riconosciuta per essere la prima opera del Cubismo.

Guernica: Picasso e la critica alla guerra

L’opera d’arte di Picasso, Guernica nasce dal sentimento provocato nell’artista a seguito del bombardamento aereo della città di Guernica del 1937.

Lo stesso anno Picasso è invitato a rappresentare il suo Paese all’Esposizione Internazionale delle Arti e delle Tecniche a Parigi. Ed è proprio in quest’occasione che decide di presentare l’opera, colto dall’indignazione che l’evento aveva suscitato in lui.

Guernica segna una nuova ed ulteriore svolta nella carriera artistica di Picasso, la quale è da sempre in continua trasformazione.

La realizzazione dell’opera Guernica stupisce anche per la scelta cromatica. Picasso, infatti, decide di abbandonare il colore, simbolo di vita, per affidarsi solamente alla forza drammatica del bianco e del nero e di una gamma di grigi-azzurri. La scelta cromatica di Picasso è dovuta, principalmente, alla cruda serie di fotografie di guerra in bianco e nero apparse sui giornali dell’epoca a cui l’artista assistette.

L’opera Guernica è una “dichiarazione di guerra alla guerra”, destinata a diventare un manifesto ideologico oltre che una denuncia morale dell’evento.

Terminata l’Esposizione Internazionale, il dipinto venne smontato e trasferito a New York, città nella quale Picasso decise di custodire il dipinto durante tutto il periodo della Seconda Guerra mondiale. Guernica, insieme ad altre opere dell’artista vennero conservate all’interno del Museum of Modern Art, anche conosciuto come MoMA.

L’opera Guernica giunse per la prima volta in Spagna solamente nel 1981, ben otto anni dopo la morte dell’artista Picasso.

L’opera è simbolo, sia per gli spagnoli che per tutta l’Europa, della resistenza al nazismo.

Picasso dopo il cubismo

Per Picasso, guerra e tragedie belliche segnano la conclusione di un periodo artistico per lo più ottimista. L’artista ha l’esigenza di tornare a guardare l’arte del passato. I nuovi dipinti di Picasso sono così caratterizzati da un ritorno al classico e ad un recupero di un equilibrio formale.

I critici identificano questa ulteriore trasformazione di stile dell’artista Pablo Picasso come il periodo mediterraneo, periodo caratterizzato da un’atmosfera fuori dal tempo.

Pablo Picasso morì nel 1973 a Mougins ritiratosi in esilio dopo la presa di potere in Spagna da parte del generale Francisco Franco.

Picasso: opere in vendita con prezzi e quotazioni da Deodato arte

Per chi fosse interessato alle opere di Picasso in vendita, Deodato Arte offre di una selezione di opere dell’artista in vendita online.

Se interessato a conoscere delle litografie Picasso prezzi, quotazioni o quali opere saranno in esposizione presso la Galleria d'Arte Contemporanea Deodato Arte non esitare a contattarci mandando una e-mail all’indirizzo [email protected].