Christmas Selection 19

A Hero Never Dies

  • Nella collezione A Hero Never Dies, José Molina si lascia sedurre dalla voglia di spensieratezza, ma anche da un gioco di esplorazione ed osservazione dei personaggi.
  • L'artista include nei plastici corpi dei personaggi Lego i volti conosciuti di persone famose o dei capolavori dell’arte occidentale, facendo della sua arte un mezzo di comunicazione accessibile a tutti.
Imposta la direzione decrescente
per pagina

37 elementi

Imposta la direzione decrescente
per pagina

37 elementi

A HERO NEVER DIES – Molina

Per la nuovissima collezione A HERO NEVER DIES, José Molina si è ispirato ai volti dei capolavori dell’arte occidentale e ai personaggi appartenenti al mondo della cultura e della politica.

Se per le altre collezioni Molina utilizzava prevalentemente i colori bianco e nero per raccontare gli aspetti più reconditi dell’animo umano, per la nuova raccolta di eroi il linguaggio cambia.

I toni profondi e intensi tipici dei suoi lavori vengono adesso sostituiti dai toni giocosi e accesi del colore, implementando il suo potente linguaggio figurativo visivo.

La voglia di spensieratezza che ha ispirato la sua nuova collezione vede una tecnica mista: qui convivono il culturale ritorno alla classicità e l’innovativo ritorno al mondo ludico.

Come dice l’artista stesso infatti, la nostalgia per il giocoè il motore generatore del nuovo ciclo di lavori.

Il significato della collezione A Hero Never Dies

La funzione principale dell’arte per José Molina è quella mantenere viva la memoria.

Per fare ciò l’artista spagnolo ha inserito nei plastici corpi dei personaggi Lego i noti volti di icone del passato e del presente.

Gli sguardi di questi sono rivolti allo spettatore, interrogandolo in maniera biunivoca.

Inizialmente richiedono un’analisi critica del proprio personaggio, per poi lasciare spazio ad un’analisi interiore e personale dell’osservatore stesso.

Questo aspetto puramente concettuale riesce a trapelare grazie alla trasformazione moliniana dell’arte neo-pop.

L’artista riprende il ricco contenuto simbolico tipico delle opere neo-pop, dando loro forma grazie alla sua straordinaria padronanza tecnica nella pittura e nel disegno.

Questa sua rilettura dell’arte riesce a rendere le sue opere un mezzo di comunicazione accessibile a tutti.

Il contatto diretto con lo spettatore, al contrario di ciò che il titolo potrebbe insinuare, riflette il concetto stesso di eroismo nella società attuale.

Il contesto ironico e tenero del suo ciclo di lavori avvicina infatti gli eroi alla gente comune, distaccando queste figure in un mondo di mitici eroi.